Caratteristiche Tecniche
Polarizzazione dei sensori
La caratteristica tecnica principale dei sensori utilizzati riguarda lo spettro di emissione che è circa 900nm di lunghezza d'onda.
I sensori sono polarizzati con una corrente passante di circa 40mA rms. Con la polarizzazione di cui sopra si arriva a detenere un oggetto riflettente con distanza di 8 - 10mm.
Il circuito di condizionamento con un filtro del secondo ordine analogico/numerico filtra tutto ciò che è estraneo all' infrarosso garantendo affidabilità ed errore di acquisizione quasi nullo.
L'interfaccia
Per funzionare il sensore ha bisogno di essere gestito e pilotato da un apposito circuito in grado di produrre un segnale leggibile ed utilizzabile.
La scheda è composta da 4 circuiti identici cha gestiscono ognuno un sensore.
La dimensione della scheda è 8cm per 10cm, la componentistica utilizzata è di tipo SMD per la parte di condizionamento e filtraggio, di tipo tradizionale per le parte di potenza.
La scheda circuitalmente e funzionalmente si divide in due parti. La prima parte a ridosso dei morsetti di ingresso dei sensori è composta da filtri che identificano il segnale proveniente dai sensori.
La seconda parte detta di attuazione produce un segnale valido sia per il DCC (tipo ROCO od altro) che per il sistema S88 (Maerklin), mentre per il modo analogico è necessario un opportuno circuito di interfaccia personalizzato alla funzione voluta.

Il segnale prodotto ha una transizione da 15 a 0V e viceversa con forma d'onda con frequenza pari a circa 1 kHz con una durata di 350us attivo basso come da figura seguente ed è disponibile su di un connettore che dispone anche di due morsetti con uscita 15V dc con capacità di carico continuo di 300mA.
L' interfaccia con il sistema DCC Roco, S88 o altri sistemi simili può essere realizzata come illustrato negli schemi a blocchi seguenti.
Interfaccia DCC Roco
Interfaccia S88
L' interfaccia con un sistema tradizionale analogico necessità di una circuiteria aggiuntiva dedicata alla funzione che si vuole realizzare. Un esempio di circuito è il seguente. Esso fornisce quattro contatti puliti che ripetono il segnale del sensore al passaggio del treno e la cui durata impulsiva è di circa 350 ms.
Alimentazione e consumi
Il sistema, scheda più sensori collegati, può essere alimentato da un trasformatore 220V/15Vca 40VA di quelli utilizzati per il comando degli articoli elettromagnetici oppure dallo stesso segnale DCC.
Il range di alimentazione consigliato è da 15 a 20V ca, il limite superiore tollerato è 24Vca ma la scheda deve essere installata a vista favorendo così una dissipazione più estesa.
Il consumo massimo stand alone con 4 sensori collegati ed attivi è di circa 150ma.

Inizio della Pagina