Enrico
Presentazione generale plastico
La storia comincia quando stavo pensando ad un plastico, di una linea, ad un solo binario e con una serie di stazioni lungo di essa. Ho iniziato a sviluppare un sistema MODULARE di controllo per gestire in modo automatico detto plastico; e soprattutto far circolare treni normali in corrente continua ("ANALOGICO").
Dopo aver studiato il metodo di gestione (puramente teorico), ho realizzato il plastico che vi sto presentando per verificare il corretto funzionamento del sistema adottato. Il plastico, si sviluppa, su di un anello (ovale) ad un solo binario con delle stazioni, ne ho messe N. 3; ma è tranquillamente espandibile essendo il sistema modulare, dove il modulo è la SEZIONE. Con treni circolanti in entrambi i sensi.

Per SEZIONE intendo una SEMISTAZIONE + LINEA DI CORSA + SEMISTAZIONE; in poche parole Una metà stazione più la linea di collegamento alla successiva stazione e la successiva metà stazione.
Avendo inserito tre stazioni, si deduce tre SEZIONI.

Su questo plastico con la struttura adottata posso far circolare fino a quattro convogli. Numero 2, in senso antiorario e numero 2, in senso orario; dandosi le precedenze nelle stazioni. Nella realtà, tre in movimento in linea e uno fermo in stazione ad aspettare il via libera.

Su detto plastico circolano locomotive in continua "analogiche" (senza sistemi computerizzati digitali di decodifica a bordo, anche perché le mie, non sono digitalizzate. Non volevo, quando ho iniziato lo studio di questo plastico legarmi ad uno standard di una casa costruttrice.

Il plastico in oggetto è in scala "N" e misura 1,00 x 2,80.
Il plastico è gestito in modo Automatico da un sistema di gestione PLC ed in modalità, Manuale da Sinottico.
Vi sono inoltre i comandi a bordo plastico sempre attivi e prioritari.

Il cuore del plastico, da un punto di vista elettrico; si sviluppa in quattro direzioni:
  1. Alimentatore con sistema BAS a 6 Fili, Massa comune e sistema di protezione sulla trazione a Folback (autospegnimento) e NON a limitazione.
  2. Gestione Marcia-Arresto dei treni e gestione semafori integrata a PLC ( autocostruito).
  3. Gestione scambi Con schemistica di tipo industriale in alternata e separazione ottica delle varie funzioni.
  4. Sinottico ( in progettazione ) collegato al plastico con il classico cavo telefonico.
Inizio della Pagina